Le danze indiane folk

BHANGRA/GHIDDA


Il bhangra tradizionale è una fusione di musica e canto, il ritmo è fornito dal dhol, ektara, il tumbi e la chimta. Ulteriori percussioni, compreso il tabla è meno frequentemente usato nella musica bhangra come strumento solista, ma talvolta è usato per accompagnare il dhol ed il dholki.

I testi invitano a riflettere a lungo e spesso la tumultuosa storia del Punjab.Nel corso degli ultimi anni il bhangra ha ricevuto un aumento della popolarità, sia nella forma popolare, sia nella forma con contaminazioni hip hop, house e reggae.

L'emigrazione degli abitanti Punjab al Regno Unito con le loro musiche, fece diventare popolare in Gran Bretagna la musica bhangra.All'inizio degli anni novantamolti artisti hanno restituito alla melodia bhangra il sound originale.La danza si è sviluppata come una combinazione di danze provenienti da diverse parti della regione del Punjab.I ballerini utilizzano abiti coloratissimi in un vortice di coreografie intonano i canti.

Il ghidda è una danza folk sempre del Punjab, esclusivamente per donne. Spesso non è accompagnata dalla musica ma solamente dal clap delle mani ,che è la caratteristica di questa danza,mentre le donne si raccontano episodi di vita quotidiana, questi racconti possono essere, scherzosi, parlare d'amore o di vari argomenti e vengono chiamati bolyan.


BHOJPURI

Il bhojpuri è una lingua parlata nel Nord dell'India, prevalentemente nello stato dell'Uttar Pradesh. La danza legata a questa lingua è una danza prevalentemente a tema amoroso, spesso molto spinta, con continue allusioni sessuali. Ha spesso come tema la ragazza ed il suo choli (blusa corta tipica delle donne indiane).


KHOLI

La danza kholi è una danza popolare dello stato del Maharastra delle comunità di pescatori. Pertanto la danza ha movimenti ed elementi che ricordano il mare e della pesca. La danza di solito viene effettuata in due gruppi di uomini e donne separati.


GHOOMAR/BHAVAI


Originaria dello stato del Rajasthan, danzata da donne deriva dalla parola marwari ghoomn.(girotondo)

L'intento è proprio quello infatti di danzare in cerchio e far ruotare le bellissime gonne tipiche.

Di solito si danza con un velo che copre la testa ed il viso.

Un'altra danza folk di questa terrà è il Bhavai, danzata in occasioni di festività religiose, in onore delle divinità Amba, Ganesh, Kali. La particolarità di questa danza, vede la danzatrice solista portare numerosi vasi (matki) sulla testa.


KALBELYA

Questa danza appartiene alle caste nomadi del deserto del Rajasthan. Vi sono diverse tribù, ma tutte anticamente si dedicavano al mestiere di incantatori di serpenti, per estrarne il potente veleno.

La musica prevede l'uso di strumenti quali dafli, dholak and khajari .

Il costume delle danzatrici anche è unico nel suo genere. E' nero di base con ricami colorati o brillanti per ricordare i colori del cobra.








GARBA/DANDYA

La garba è una bellissima forma di danza originaria del nord dell'India nello stato del Gujarat, danzata per lo più durante il Festival di Navratri (nove notti) in onore della Dea Durga, si danza in cerchio sia da uomini che da donne in gruppi numerosissimi.

I costumi sono estremamente colorati e brillanti sia per gli uomini che per le donne.

Sempre del Gujarat la dandya raas,dandya sta ad indicare i bastoncini con cui si effettua questa ritmata danza. E' una versione simile della garba, molto ritmata , con passi semplici e ripetitivi.



LAVANI

Il termine Lavani deriva da Lavanya che significa bellezza, e tutto in questa danza è improntato ad una piacevolezza dolce ed arguta, una malizia sussurrata con l’inarcuarsi delle sopracciglia, un’abilità ed un’eleganza di posture derivata dal kathak unita ad un sentimento fresco e generoso non prosciugato dall’accademismo classico, il tutto sulla musica magica del Dholak.

Questa danza nata nel XVII secolo era danzato da fanciulle avvenenti di bassa casta che accoglievano e soldati al ritorno dalle guerre e che allietavano con le loro danze ed i loro motteggiamenti feste e ritrovi.

Il repertorio del Lavani è quasi esclusivamente di tipo amoroso e satirico ma comprende anche una serie di temi devozionali, non è raro nelle varie canzoni che la danzatrice raccontando la sua ansia di vedere l’amato si paragoni a Radha ansiosa di incontrare Khrisna.

il costume di questa danza è chiamato Nauvari Saree o anche Kashta Saree, è un saree da 9 yarde drappeggiato come a formare dei pantaloni, il tessuto è solitamente seta ma non mancano quelli di chiffon, i gioielli sono d’oro e non manca mai l’anello da naso di brillanti, i capelli sono raccolti in una grande crocchia ornata di fiori ma tra le nuove danzatrici non si disdegna un mezzo raccolto, ai pedi si indossano delle ghungroo come quelle del kathak talvolta decorate da dei colorati pon pon.


THIRUVATHARA

Questa danza è tipica della regione del Kerala, danzata da donne vestite di saree bianchi ed oro , in cerchio intorno ad una lampada votiva (divya).

Utilizza gestualità tipiche delle danze del sud , come i mudra del Mohini Attam e del Bharatanatyam. Viene danzata per il festival di Onam.